Gnl small scale, Gie: “Continua la crescita”
Login    

Gnl small scale, Gie: “Continua la crescita”

Gnl small scale, Gie: “Continua la crescita”

La mappa 2020: in Europa 280 stazioni di rifornimento stradali e 9 impianti bunkeraggio

Circa 280 stazioni di rifornimento Gnl per veicoli stradali in funzione, 80 in più rispetto a un anno fa, e 9 impianti dedicati al bunkeraggio navi (contro i 2 di tre anni fa), con altri 5 attesi entro la fine dell’anno. Sono alcuni dati contenuti nella Mappa 2020 del Gnl small scale di Gas infrastructure Europe (Gie), che evidenzia una rapida espansione in tutti i comparti. Risultano infatti in crescita anche le forniture di Gnl agli stabilimenti industriali non connessi alla rete, mentre servizi Gnl saranno disponibili entro breve nella maggior parte dei terminali di rigassificazione. Inoltre, sono in itinere o già completati numerosi progetti per depositi e piccoli terminali Gnl e per impianti di produzione di biometano liquido. In Italia, in particolare, Gie indica 19 impianti di biometano liquido, 68 stazioni di rifornimento stradali Gnl e 10 progetti per depositi di piccola scala. “La rapida crescita del Gnl small in Europa riflette il potenziale del settore sulla strada di un futuro energetico verde”, ha commentato il presidente di Gas infrastructure Europe (Gie), Arno Büx, sottolineando che rispetto agli altri carburanti il Gnl emette il 25% in meno di CO2 e fino al 90% in meno di NOx e presenta quantità irrisorie di zolfo e particolato fine. Inoltre, ha affermato Büx, le infrastrutture Gnl sono “carbon neutral ready”, poiché “possono gestire immediatamente e senza limiti biometano liquido o metano sintetico”.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
18 giugno 2020 - 10:53 CEST