Login    

Torino sede dell’Istituto italiano per l’intelligenza artificiale

Milano candidata ad ospitare il Tribunale unificato dei Brevetti

La Presidenza del Consiglio ha scelto Torino come sede principale per l’Istituto italiano per l’i ntelligenza artificiale (I3A), il network che coordinerà le attività di ricerca in questo campo e costituirà uno dei tasselli principali della strategia definita dal Mise. Lo ha annunciato giovedì Palazzo Chigi, precisando che l’Istituto sarà “una struttura di ricerca e trasferimento tecnologico capace di attrarre talenti dal mercato internazionale e, contemporaneamente, diventare un punto di riferimento per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale in Italia, in connessione con i principali trend tecnologici (tra cui 5G, Industria 4.0, Cybersecurity)”.
I settori principalmente coinvolti saranno manifattura e robotica, IoT, sanità, mobilità, agrifoood ed energia, pubblica amministrazione, cultura e digital humanities, aerospazio. 
La Presidenza del Consiglio ha individuato invece Milano come città candidata ad ospitare la terza sede centrale del Tribunale Unificato dei Brevetti. La scelta, spiega una nota, “è una decisione strategica, in direzione di un ulteriore contributo italiano allo sviluppo e alla crescita dell’Unione europea”. La città lombarda sarebbe infatti al fianco di Parigi e Monaco nel compito di registrare le nuove scoperte e soluzioni ideate nel campo delle scienze umane e del farmaceutico.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
08 settembre 2020 - 14:37 CEST