Login    

EntsoG, piano d’azione per idrogeno e system integration

Tso al centro del nuovo sistema energetico “ibrido”, uguali principi di mercato per tutti i gas e vettori, infrastrutture H2 nei Tyndp

Tutte le opzioni - gas, idrogeno miscelato con gas e idrogeno- “coesisteranno e saranno inevitabilmente e sempre più interconnesse”. E’ il tema centrale del Piano d’azione di EntsoG per l’ idrogeno e la system integration, preparato dall’associazione dei Tso gas europei sulla scorta della Roadmap per le reti pubblicata alla fine dell’anno scorso e un lungo processo di consultazione con tutti gli stakeholder.
EntsoG propone nel Piano una serie di raccomandazioni sui mercati, le infrastrutture e il ruolo dei Tso, premettendo che gli operatori dei sistemi di trasporto gas, assieme a quelli dell’e lettricità, dovranno essere protagonisti delle nuove strategie europee per l’idrogeno e la system integration, data la loro esperienza nella valutazione delle infrastrutture, nell’organizzazione del mercato e nella fornitura di servizi.
Per i mercati, l’associazione auspica l’adozione dei medesimi principi per tutti i gas, idrogeno incluso, e prevede che i cluster dell’H2 emergeranno a livello regionale nei pressi dei centri di domanda. Sarà perciò fondamentale collegare tali cluster tramite un sistema dedicato, che assicuri fonti di approvvigionamento diversificate e quindi lo sviluppo di un mercato competitivo dell’idrogeno.
Quanto alle infrastrutture, EntsoG spinge per una pianificazione coordinata della “dorsale europea dell’idrogeno”, che dovrebbe iniziare immediatamente e andare di pari passo con lo sviluppo dei cluster dell’H2. Inoltre, “i risultati positivi raggiunti nei mercati del gas in termini di convergenza dei prezzi, disponibilità, accessibilità, sicurezza dell’approvvigionamento e virtualizzazione delle operazioni potranno essere trasferiti agli emergenti cluster dell’idrogeno in modo più rapido ed efficiente con una combinazione di reimpiego delle infrastrutture gas esistenti e realizzazione di infrastrutture dedicate”.
L’associazione si impegna per parte sua a promuovere e intensificare il dialogo con la Commissione europea, le autorità di regolazione, l’industria, le Ong, gli operatori dei sistemi di distribuzione e i Tso dei Paesi confinanti dei settori gas, idrogeno ed elettricità.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
11 ottobre 2020 - 09:20 CEST