Lombardia, progetto per la prima “hydrogen valley” italiana
Login    

Lombardia, progetto per la prima “hydrogen valley” italiana

Entro il 2023 treni a H2 in Valcamonica. Il piano di Regione, Fnm e Trenord

Realizzare in Valcamonica la prima “hydrogen valley” dell’Italia. E’ il progetto di FNM, Trenord e Regione Lombardia che si basa sull’acquisto di nuovi treni alimentati a idrogeno, che serviranno dal 2023 la linea non elettrificata Brescia-Iseo-Edolo, in sostituzione degli attuali convogli a motore diesel. Prevista anche la realizzazione di centrali per la produzione di H2, destinato inizialmente ai nuovi convogli.
Come passo iniziale il consiglio di amministrazione di FNM ha deliberato l’acquisto di 6 elettrotreni alimentati a idrogeno, con l'opzione per la fornitura di altri 8. “L'investimento è stato preliminarmente stimato in oltre 160 milioni di euro”, si legge in una nota. I primi convogli, prodotti da Alstom, saranno consegnati entro il 2023. Il primo impianto di produzione, stoccaggio e distribuzione di idrogeno sarà realizzato da FNM a Iseo tra il 2021 e il 2023.
Si prevede anche, per il 2025, di estendere la soluzione idrogeno al trasporto pubblico locale, a partire dai circa 40 mezzi gestiti in Valcamonica da FNMAutoservizi (società al 100% di FNM), con la possibilità di aprire all’utilizzo da parte della logistica merci e privata.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
27 novembre 2020 - 11:56 CET