Login    

Startup e Pmi innovative, nuovi incentivi agli investimenti

Agevolazione fiscale pari al 50%. Domande tra il 1° marzo e il 30 aprile

Un’agevolazione fiscale pari al 50% dell’investimento effettuato nelle startup innovative (fino a un massimo di 100.000 euro per ciascun periodo di imposta) e nelle Pmi innovative (fino a 300.000 euro e oltre tale limite una detrazione del 30% in ciascun periodo d'imposta). Sono le modalità di attuazione del nuovo incentivo per le persone fisiche che investono in startup e Pmi innovative introdotto dal decreto Rilancio, definite dal ministero dello Sviluppo economico di concerto con il ministero dell’Economia pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 15 febbraio.
L’investimento, che può essere effettuato direttamente o anche indirettamente attraverso fondi comuni (Oicr), deve essere mantenuto per almeno 3 anni.
La presentazione della domanda, la registrazione e la verifica dell’aiuto “de minimis” sarà effettuata esclusivamente tramite la piattaforma informatica in corso di predisposizione dal Mise.
Sono ammessi tutti gli investimenti già effettuati nel corso del 2020 e fino all’operatività della piattaforma: l’impresa beneficiaria può presentare domanda nel periodo compreso tra il 1° marzo e il 30 aprile 2021.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
17 febbraio 2021 - 10:39 CET