Login    

Clima, il "Net zero summit" dell’Iea

Incontro virtuale in vista della Cop 26. All’evento anche il ministro Cingolani (Mite) e Timmermans (Commissione Ue)

Le azioni da sviluppare per rafforzare il percorso “verso un futuro di energie pulite e come i Paesi possono lavorare insieme per ridurre in maniera efficace le proprie emissioni di gas ad effetto serra verso l’obiettivo net zero”. Questo uno dei temi al centro dell’incontro fra i ministri di diversi Paesi nell’ambito del “Net zero summit” organizzato da Iea (International energy agency) nell’ambito delle iniziative che conducono alla Cop 26.
All’evento online hanno partecipato – tra gli altri – il ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani, il direttore esecutivo dell’Iea Faith Birol e Frans Timmermans, vicepresidente della Commissione europea.
Il ministro Cingolani nel suo intervento ha ricordato “come l’Italia sia impegnata in prima linea pianificando importanti investimenti nelle fonti rinnovabili, nelle nuove tecnologie pulite in ambito marittimo, per l’efficienza energetica nel settore civile e industriale, per l’uso dell’i drogeno nell’industria pesante”, si legge in una nota del Mite. L’Italia – ha sottolineato il ministro– “è fortemente impegnata sul fronte dell’innovazione” con una partnership internazionale che la vede guidare assieme a Gran Bretagna e Cina “the mission power”.
Il ministero ha evidenziato anche che l’Italia è molto interessata e proattiva nella condivisione della nuova “missione idrogeno”.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
01 aprile 2021 - 14:05 CEST