Login    

Giornata Mondiale dell’Ambiente, gli obiettivi del ministero dei Trasporti

Con il Pnrr 3.200 nuovi autobus elettrici/H2 e 2.000 a metano, 50 treni a idrogeno e navi sostenibili

“La sostenibilità è il paradigma a cui tutti dobbiamo tendere per prevenire shock futuri e per aumentare la resilienza del Paese”. Lo ha detto sabato il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims), Enrico Giovannini, illustrando in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente i principali progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) che riguardano il dicastero.
Tra questi, ha ricordato Giovannini, quelli legati alla “cura del ferro”, che agevoleranno lo “shift modale” permettendo un risparmio di emissioni di CO2 stimato in 2,3 milioni di tonnellate all’anno.
Ingenti investimenti saranno effettuati per il rinnovo del parco autobus, con l’acquisto di 3.200 mezzi elettrici/idrogeno per le aree urbane e di 2.000 mezzi a metano per il trasporto extraurbano. Sarà inoltre potenziata la sperimentazione dell’idrogeno per le ferrovie non elettrificate, con l’acquisto di 50 treni a idrogeno nel Sud e in Val Camonica.
Per sviluppare la cosiddetta “mobilità dolce”, verranno poi realizzati 1.800 km di piste ciclabili urbane e turistiche.
Anche il trasporto marittimo, infine, contribuirà a migliorare l’ambiente e a ridurre l’i nquinamento delle città.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente né indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
08 giugno 2021 - 09:57 CEST