Login    

Biometano avanzato, aggiornato elenco biomasse

Il Gestore dei Servizi Energetici amplia la tipologia

Il Gestore dei Servizi Energetici (Gse) ha pubblicato un documento di chiarimenti che amplia la tipologia di biomasse impiegabili per la produzione di biometano avanzato.
Si tratta in particolare dell’Allegato A delle Procedure Applicative del DM 2/3/2018, aggiornato secondo quanto previsto dall’art. 31 bis del DL 31/5/2021 n. 77 come modificato dalla legge di conversione 29/07/2021 n. 108 (c.d. DL Semplificazioni).
I sottoprodotti elencati ai punti 2 e 3 della Tabella 1.A al DM 23/6/2016 costituiscono materie prime idonee al riconoscimento dell’attributo di “avanzato” al biometano prodotto da impianti che intendono accedere agli incentivi previsti dal DM 2/3/2018.
Nel documento si ricorda che sono “avanzati” i biocarburanti (biometano e altri biocarburanti) prodotti a partire dalle materie prime elencate nella Parte A dell’Allegato 3 al decreto Mise 10 ottobre 2014 e s.m.i.
Inoltre, in applicazione dell’art.31 bis del DL 31/5/2021 n. 77, come modificato dalla legge di conversione 108/2021 nelle more dell’emanazione del decreto previsto dall’articolo 11 dello schema di D.Lgs recante attuazione della direttiva 2018/2001 sulle fonti rinnovabili, è assimilabile ad “avanzato”, ai fini dell’accesso all’incentivazione, il biometano prodotto a partire dalle materie prime (sottoprodotti) elencate nell’Allegato 1, Tabella 1.A, punti 2 e 3, al decreto del Mise 23 giugno 2016.
Il documento fornisce precisazioni e dettagli in merito alle materie prime di entrambe le casistiche.

 

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente nè indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
15 ottobre 2021 - 09:51 CEST