Login    

Alleanza per il trasporto di Gnl a zero emissioni

Giignl lancia sistema di verifica e certificazione per carichi di gas liquido “carbon neutral”

Il Gruppo internazionale degli importatori di gas naturale liquefatto (Giignl) ha annunciato mercoledì il lancio di un sistema di monitoraggio, rendicontazione e verifica (Mrv) delle emissioni di gas-serra legate al trasporto di Gnl.
Il sistema messo a punto da Giignl - cui aderiscono 70 società di tutto il mondo tra le quali le italiane Gnl Italia, Eni, Enel ed Edison – costituisce uno standard internazionale per una quantificazione verificata e coerente delle emissioni di gas-serra lungo l’intera catena del valore del Gnl, dall’estrazione del gas naturale alla liquefazione, dal trasporto alla rigassificazione fino al consumo finale, precisa una nota.
In un momento in cui la pratica di dichiarare i carichi di Gnl “carbon neutrali” è in aumento, il sistema crea una pratica trasparente attraverso una dichiarazione di carico verificata in modo indipendente che stabilisce sia le emissioni che le compensazioni. Giignl, ha spiegato infatti il presidente del gruppo Jean Abiteboul, “promuove l’eliminazione delle emissioni, ma quando questo non fosse possibile favorisce la compensazione delle emissioni residue che non possono essere altrimenti ridotte o evitate”.
Il sistema, che potrà essere utilizzato da tutti gli operatori per valutare la “carbon footprint” dei carichi di Gnl, integra standard e metodologie stabiliti a livello internazionale e fornisce criteri aggiuntivi per la valutazione e la comunicazione delle emissioni di gas-serra associate al caso specifico dei carichi di gas liquido.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente nè indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
18 novembre 2021 - 15:25 CET