Assorbitori CO2, arriva la certificazione europea
Login    

Assorbitori CO2, arriva la certificazione europea

Bruxelles presenta proposta di regolamento: al 2030 agricoltura e suolo elimineranno 310 mln ton

La Commissione europea ha presentato mercoledì il sistema di certificazione che dovrebbe permettere di centrare l’obiettivo previsto dalla Legge sul Clima Ue di “assorbire” 310 milioni di tonnellate di CO2 al 2030 da settori come agricoltura e uso del suolo, il cosiddetto “carbon removal”.
In base a una proposta di regolamento, il sistema di certificazione sarà volontario e servirà alla verifica indipendente delle attività di assorbimento, la cui qualità e comparabilità si basa su quattro criteri “QU.A.L.ITY”: QUantification (quantificazione) per la misurabilità e la dimostrazione dei benefici per il clima, Additionality (addizionalità) per garantire azioni supplementari rispetto agli obblighi di legge, Long-term storage (stoccaggio a lungo-termine) per legare i certificati alla durata dell’immagazzinamento della CO2, sustainabilITY (sostenibilità) per assicurare il rispetto degli obiettivi di sostenibilità (adattamento ai cambiamenti climatici, economia circolare, protezione delle risorse idriche, biodiversità etc.).
Il vice-presidente della Commissione responsabile del Green deal, Frans Timmermans, ha spiegato che l’obiettivo è promuovere le tecnologie innovative di carbon removal, sfruttando la certificazione sia per rafforzare la trasparenza e combattere il “greenwashing” sia per sfruttare le nuove forme di finanziamento, incluso il sostegno pubblico nell’ambito dei regimi di aiuti di Stato o della politica agricola comune.
La Commissione, ha aggiunto Timmermans, continuerà per parte sua a finanziare le iniziative di assorbimento del carbonio attraverso il Fondo per l’Innovazione, il Fondo di sviluppo regionale e i programmi Life e Horizon Europe.

Energy Morning è un servizio di informazione su fatti e notizie relativi al mondo dell'energia. In quanto tale, i contenuti non riflettono direttamente nè indirettamente la visione e la strategia di Snam sugli argomenti trattati.

Page Alert
ultimo aggiornamento
02 dicembre 2022 - 18:32 CET