Login    

Blog Post - ESG, quando il profitto e la sostenibilità trovano una sintesi

Snam si impegna attraverso una "ESG scorecard" con obiettivi concreti e misurabili


Si scrive ESG, si traduce con l'impegno per l'attuazione di piani ambientali e sociali e delle migliori pratiche di governance aziendale. Le tematiche  ESG (dall'inglese Environment, Social, Governance) sono ormai diventate un fattore chiave per aumentare il valore dell'azienda nel lungo periodo e ottenere migliori performance finanziarie, riconoscendo riconoscendo l'importanza di generare valore non solo per sé ma anche per i propri stakeholder. 

Per Snam è un impegno che si traduce nell'integrazione delle tematiche ESG nella propria strategia di business, fissando obiettivi precisi e quantitativi e rendicontandoli periodicamente condividendo i progressi fatti.

 

Dal rispetto dell'ambiente alla lotta contro le diseguaglianze: l'opinione pubblica è sempre più attenta

 

In generale, l'aumento degli investimenti ESG negli ultimi anni a livello globale è stato guidato dalla crescente importanza che la sostenibilità sta rivestendo nell'opinione pubblica, in particolare tra i più giovani, ed è stato ulteriormente accelerato dagli effetti socio-economici della pandemia. Il CEO di Blackrock Larry Fink, nella sua lettera annuale alle aziende nelle quali investe, ha scritto che nella fase post-pandemica, che sarà accompagnata da difficoltà e da un aumento delle disuguaglianze, saranno sempre più necessarie aziende che riconoscono e servono gli interessi di tutti gli stakeholder, avanzando uno shift tettonico verso la fondamentale importanza di portare avanti le attività di business in modo sostenibile.

Infatti, anche gli investitori istituzionali e privati hanno capito di volere dai loro investimenti qualcosa di più di un semplice rendimento finanziario. Vogliono contribuire a sostenere attività che non distruggano – anzi, mirino a migliorare –& #160;l'ambiente e rispecchino le migliori pratiche sociali e di buona amministrazione.

Controllo delle emissioni, uso di energia da fonti rinnovabili, economia circolare; l'ampio tema della diversità e dell'inclusione che va dalla parità di genere al rispetto delle minoranze etniche e religiose; attività di controllo per combattere la corruzione e corretti rapporti con i fornitori, ai quali si chiedono comportamenti analoghi; retribuzioni e condizioni di lavoro eque: tutto questo e molto altro va a comporre l’articolato puzzle dei fattori ESG. Sono comportamenti virtuosi che creano anche valore economico: secondo i dati di Morningstar, nel primo trimestre del 2020, in piena pandemia, l’89% dei fondi ESG ha sovraperformato il proprio mercato di riferimento. 

 

Il "cruscotto" di Snam per rendere pubblici i suoi obiettivi e monitorare i progressi 

 

Per Snam i concetti di sostenibilità economica, ambientale e sociale sono da tempo parte del modello di business e i fattori ESG - sempre più integrati nella strategia e nella gestione dell’azienda - guidano le scelte a beneficio anche di tutti gli stakeholder.

Filo conduttore della strategia a lungo termine di Snam sarà la Net Zero Carbon Strategy, ovvero il raggiungimento della neutralità carbonica entro il 2040  per le emissioni scope 1 e 2, in linea con il target di contenimento del riscaldamento globale previsto dall’Accordo di Parigi. 

In aggiunta, Snam ha deciso di mettere nero su bianco i propri impegni in ambito ESG attraverso l’elaborazione e pubblicazione di una “ESG scorecard” (https://www.snam.it/it/sostenibilita/strategia_per_futuro/esg_scorecard.html), una sorta di cruscotto con indicatori specifici per le diverse aree che serve a tenere sotto controllo i parametri di questo viaggio.

I parametri della scorecard sono rappresentati da 22 obiettivi quantitativi e misurabili con riferimento a 13 aree rilevanti, per fornire agli stakeholder una visione d'insieme dell'impegno e della crescente sensibilità in ambito ESG, consentendo di monitorarne i risultati. Alcuni esempi? In tema ambientale, tra i vari interventi, sono previsti un forte aumento dell'impegno sul biometano e la messa in opera di consistenti miglioramenti nell'efficienza energetica, così come la protezione del suolo e delle biodiversità. 

In ambito sociale, il focus è su dipendenti, fornitori, sicurezza sul lavoro e supporto alle comunità locali, con un aumento della presenza di donne in posizioni executive e middle management e delle imprese sociali accreditate nella lista dei fornitori. A tal proposito, la società è anche impegnata con varie iniziative a incentivare lo studio delle discipline STEM da parte delle giovani ragazze, al fine di contribuire al raggiungimento di un effettivo equilibrio di genere anche in questo settore. E infine, per quanto riguarda la governance, gli impegni spaziano dalla soddisfazione dei clienti alla verifica della reputazione delle controparti. L'obiettivo è il "successo sostenibile", inserito da Snam nel proprio statuto insieme al proprio corporate purpose "energia per ispirare il mondo", ovvero "l'impegno della società a favorire la transizione energetica verso forme di utilizzo delle risorse e delle fonti di energia compatibili con la tutela dell'ambiente e la progressiva decarbonizzazione". Il purpose è lo scopo di una organizzazione. Come ha sottolineato lo scrittore e saggista britannico Simon Siniek, paragonando l’azienda a un'automobile, il profitto non è la destinazione ma il carburante necessario per raggiungerla. La destinazione di un'azienda è il proprio scopo.

Page Alert
ultimo aggiornamento
25 marzo 2021 - 18:00 CET