I valori
Login    

I valori

I valori

Snam4Environment è specializzata nello sviluppo di infrastrutture per il biometano e nella promozione di green business volti al raggiungimento dei target di decarbonizzazione.

Cambiamento climatico e inquinamento sono le due sfide alla base della transizione energetica, il processo che accompagnerà il mondo verso un utilizzo sempre maggiore di fonti rinnovabili e un modello economico più sostenibile, anche grazie alle nuove tecnologie e al risparmio energetico. I Paesi dovranno adottare un mix energetico in grado di ridurre subito e in modo efficiente le emissioni di gas serra, in particolare di CO₂, causa del riscaldamento globale, e di abbattere gli agenti inquinanti, che compromettono la qualità dell'aria.

In questo scenario, il biometano darà un contributo essenziale.

La missione di Snam4Environment è promuovere lo sviluppo del biometano, un green gas naturale rinnovabile al 100%, come fonte di alimentazione pulita, efficiente, economica e competitiva, soprattutto nel settore dei trasporti. Attraverso la realizzazione e la gestione di infrastrutture e impianti biometano, produciamo energia rinnovabile da matrici agricole, agro-industriali e da rifiuti urbani a zero CO₂.

Nel nostro Paese, c'è un grande potenziale per sviluppare una filiera del biometano, a beneficio non solo dell'ambiente, ma anche dei consumatori, dell'agricoltura e della mobilità sostenibile.

L'economia circolare

Il percorso virtuoso verso la decarbonizzazione e la neutralità climatica al 2050 ci impegna a prenderci cura dell'ambiente e dei territori in cui operiamo, favorendo un modello di economia circolare in grado di rilanciare il sistema economico, industriale e agricolo italiano.

Proprio al centro del moderno modello agro-ecologico di economia circolare, c'è la produzione di energia rinnovabile, flessibile e programmabile, a partire dagli scarti e sottoprodotti dell'azienda agricola che, attraverso la digestione anaerobica e gli impianti biogas/biometano, vengono trasformati in risorsa e immessi nuovamente nel ciclo produttivo. A chiudere il ciclo produttivo è il digestato, altro prodotto della fermentazione anaerobica, ricco di sostanza organica e nutrienti: un biofertilizzante che sostituisce i fertilizzanti da fonti fossili e che ritorna al terreno, incrementandone la fertilità e contribuendo al sequestro di carbonio nel suolo stesso.

Anche dai rifiuti urbani, in particolare dall'umido e verde della raccolta differenziata (FORSU), si ricava biometano da immettere in rete per usi energetici (autotrazione, riscaldamento domestico), seguendo i criteri dell'economia circolare, oltre a compost di qualità per l'agricoltura.

Economia circolare

Page Alert
ultimo aggiornamento
13 novembre 2020 - 15:53 CET