Login    

Il valore della partnership

test

Ingaggiati i fornitori nell'iniziativa CDP supply chain

alt2

Nel 2019 Snam ha dato lavoro a 600 aziende, attivando 896 contratti per un valore di circa 1.550 milioni di euro

alt2

Aggiornato il Portale Fornitori, una piattaforma web che facilita lo scambio informativo

Per Snam, creare partnership di valore con i propri fornitori significa innanzitutto relazionarsi con essi in modo trasparente e coinvolgerli nel raggiungimento di performance durature nel tempo, in un’ottica di reciproca crescita.
Sulla base del progetto “Valore Condiviso”, volto a valorizzare e individuare conoscenze, pratiche, iniziative in grado di creare contemporaneamente valore competitivo per l’azienda e per i suoi stakeholder, Snam condivide valore con i fornitori mettendo a disposizione il proprio know how aziendale attraverso l’approccio del ‘knowledge sharing’. Questo processo vuole sostenere le imprese della supply chain in un percorso di miglioramento continuo che possa incrementare la competitività delle stesse e accrescere l’affidabilità della partnership con Snam, a vantaggio della qualità finale del servizio.

Tutti coloro che desiderano collaborare con Snam devono voler condividere anche la tensione verso l’innovazione sostenibile dei processi e la ricerca di opportunità per ridurre gli impatti ambientali e sociali nella catena di approvvigionamento.

Nel 2020 Snam ha lavorato con 541 aziende (424 PMI), stipulando circa 1.338 contratti  per un ammontare complessivo di circa 1.832 milioni di euro (96% in Italia) suddivisi tra beni, lavori e servizi.

L'applicazione del valore condiviso alla relazione con i fornitori

  • Emanazione della Politica Social Supply Chain
  • Valutazione condivisa delle performance dei fornitori con requisiti HSE
  • Predisposizione del “Patto etico e di integrità con i fornitori”, finalizzato ad un maggior impegno dei fornitori verso i valori imprescindibili per Snam
  • l’organizzazione di  workshop per i fornitori con particolare riferimento alla condivisione delle informazioni tra azienda e fornitori e alla formazione, per la condivisione di buone pratiche
  • l'adozione dei protocolli di legalità, per diffondere nelle aree a maggior rischio una nuova cultura per l’affermazione dei principi universali di legalità in tutta la supply chain
  • la creazione di un Portale Fornitori, per facilitare lo scambio informativo

COSA SIGNIFICA VALORE DELLA PARTNERSHIP: LA POLITICA SOCIAL SUPPLY CHAIN

Nell’ambito del proprio modello di sviluppo sostenibile la Società si impegna non solo a diffondere gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG’s) promossi dall’Onu, ma anche a condurre le attività aziendali in modo da dare un contributo al loro raggiungimento. Anche le attività di supply chain sono improntate a una crescita inclusiva e nel 2018 la Società ha pubblicato una politica con la quale si impegna ad aprire e sostenere il coinvolgimento di imprese sociali nella sua catena di fornitura, promuovendo attraverso le reti e i consorzi di imprese sociali opportunità di collaborazione. La pubblicazione di una specifica policy valorizza in modo formale l’attenzione che Snam rivolge al terzo settore, in coerenza con i processi di sviluppo sostenibile nella catena di fornitura. Il coinvolgimento delle cooperative sociali nella catena di fornitura, secondo modalità che sono ovviamente in linea con i processi e le disposizioni Snam in materia, rappresenta anche un’opportunità per la valorizzazione dei territori e delle comunità locali in cui la Società opera e dove spesso tali cooperative hanno un maggiore radicamento.


Snam pertanto riconosce il ruolo delle organizzazioni d’impresa che fanno riferimento all’economia sociale e al terzo settore e che svolgono un compito nelle politiche del lavoro e di inclusione sociale, al fine di favorire l’occupazione delle fasce più deboli e maggiormente svantaggiate. In questa logica, promuove attraverso le reti e i consorzi di imprese sociali possibili opportunità di collaborazione e incentiva l’inserimento delle imprese sociali in qualità di subappaltatori anche attraverso l’introduzione di meccanismi premiali nei criteri di valutazione delle offerte. Snam inoltre incoraggia i propri fornitori a definire policy che prevedano l’inserimento di imprese e cooperative sociali all’interno della loro catena di fornitura.

L’obiettivo del Gruppo è di aumentare del 20% il numero di fornitori dal Terzo Settore nella Vendor List entro il 2023 (rispetto al 2019). Più in generale, nel 2020 le imprese appartenenti al Terzo Settore iscritte all’Albo fornitori di Snam sono state 26, incrementando notevolmente il loro numero rispetto alle 7 imprese dell’anno precedente. Queste hanno fornito servizi per un valore di oltre 200.000 euro, principalmente nei settori della fornitura di servizi per cura e manutenzione del verde e catering.

Leggi la Politica di Social Supply Chain

COSA SIGNIFICA IL VALORE DELLA PARTNERSHIP: il CDP supply chain

Snam ha proseguito con il coinvolgimento di una selezione dei suoi fornitori strategici nel programma CDP (ex Carbon Disclosure Project) - Supply Chain, avviato nel 2019.
Il CDP Supply Chain Program nasce dalla consapevolezza che l’impatto ambientale delle aziende non termina entro il perimetro della Società, ma si estende anche ai fornitori e ai collaboratori, con i quali ha stabilito una partnership duratura.
Scopo del programma è raccogliere dai fornitori i dati circa le loro emissioni di gas serra in atmosfera (emissioni di Scope 3), con l’obiettivo di sensibilizzarli ai cambiamenti climatici in atto e ad operare responsabilmente per la loro riduzione.
Attraverso la partecipazione al CDP Supply Chain Program, Snam cerca di comprendere quali siano le emissioni dei fornitori causate dalle attività del Gruppo.
Nel 2020, la Società ha allargato il perimetro di analisi, invitando i fornitori più significativi in termini di procurato e quelli più strategici nel settore del trasporto a fornire i loro dati, arrivando a coprire una percentuale pari al 75% del procurato totale. Il tasso di risposta al questionario è ulteriormente cresciuto rispetto al 2019, passando dal 56% al 60%. Snam ha ottenuto uno score nel CDP – Supply Chain di A-, a dimostrazione dell’impegno nelle attività di engagement dei suoi fornitori sulle tematiche legate alla riduzione delle emissioni e allo sviluppo di strategie di sostenibilità. Queste attività aiuteranno il Gruppo a definire in modo più puntuale la strategia di riduzione delle emissioni Scope 3.

COSA SIGNIFICA VALORE DELLA PARTNERSHIP: IL PORTALE FORNITORI

Attivo dal 2013, il Portale è il mezzo più importante per attuare la politica di approvvigionamento di Snam e per fornire un ulteriore contributo in termini di trasparenza, tracciabilità e completezza delle informazioni rese ai fornitori attuali e potenziali.
Al suo interno contiene informazioni, approfondimenti, best practice, documenti, aggiornamenti sui processi e le procedure che regolano la qualifica e le attività di procurement.

Nel solo 2020 sono state oltre 7.200 le utenze registrate nel portale (+37% rispetto al 2019), afferenti a oltre 2.200 fornitori (+9% rispetto al 2019). Attraverso il portale è stata assicurata anche quest’anno una costante e trasparente comunicazione verso i fornitori, destinatari complessivamente di oltre 25.000 e-mail di comunicazione (+6% rispetto al 2019).

COSA SIGNIFICA VALORE DELLA PARTNERSHIP: I PROTOCOLLI DI LEGALITA'

Nell’ambito delle attività relative alla realizzazione della Superstrada a Pedaggio “Pedemontana Veneta” e al Protocollo stipulato tra la Regione Sicilia, Assessorato Regionale dell’energia e dei servizi di Pubblica utilità, il Ministero dell’Interno, le Prefetture delle provincie Siciliane e Confindustria Sicilia, Snam ha sottoscritto un protocollo con la Prefettura di Caltanissetta relativo al territorio di Gela.
Con questa sottoscrizione Snam ha proseguito il proprio percorso di diffusione dei protocolli di legalità attraverso la Convenzione tra Snam Rete Gas e Consorzio Stabile SIS Società Consortile per Azioni.

Tale esperienza, realizzata con il coinvolgimento di partner pubblici e privati vuole:

  • prevenire il rischio di corruzione in un’ottica di legalità
  • sostenere la lotta alle mafie
  • promuovere un comportamento etico nella relazione tra i vari soggetti
  • supportare lo sviluppo di un’imprenditoria locale equo, etico e meritocratico.


Con la sottoscrizione del documento, Snam si impegna a far osservare le prescrizioni anche a propri fornitori e subappaltatori con l’obiettivo di prevenire in modo efficace le infiltrazioni di stampo mafioso.

>Per saperne di più leggere la pagina Rapporti con terzi

 

Global compact

Scopri come Snam si relaziona con tutte le parti terze

Approfondisci
alt

Scopri l’approccio di Snam al valore condiviso

Approfondisci
Documenti utili

Visita il portale Snam dedicato ai fornitori

Approfondisci
Page Alert
ultimo aggiornamento
05 maggio 2021 - 11:17 CEST