Login    

Global Gas Report 2020

Global Gas Report

Consumi verso ripresa post-Covid, con l'idrogeno -37% emissioni di CO2 nel settore energetico.

 

Guarda l'intervista a Marco Alverà, amministratore delegato Snam, per scoprire gli highlight del report.

 

Executive summary

L'industria mondiale del gas ha continuato a crescere fortemente nel 2019, raggiungendo nuovi punti di riferimento sui consumi e sul commercio internazionale. I prezzi hanno registrato minimi storici grazie all'abbondante offerta, a sostegno della competitività del gas. Il Covid-19 sta causando una significativa incertezza nell'economia globale e nel settore del gas, ma l'innovazione tecnologica e il supporto politico possono aiutare il settore a riprendersi con forza.

 

In questa quarta edizione del Global Gas Report, valutiamo i driver chiave che stanno plasmando l'industria del gas naturale, esploriamo il potenziale impatto del Covid-19 nei prossimi 2-3 anni e guardiamo al ruolo a lungo termine del gas nel settore dell'energia dagli obiettivi di sostenibilità, competitività e sicurezza dell'approvvigionamento.

Abbiamo scoperto che:

  • La competitività in termini di costi consente una nuova domanda. I recenti bassi prezzi del gas nei principali hub mondiali, in parte causati della pandemia, hanno attirato molta attenzione. Tuttavia, l'aumento dell'offerta e i prezzi accessibili stavano già consentendo una domanda record di gas nel 2019 in mercati in crescita chiave come la Cina. Anche le importazioni di GNL hanno raggiunto livelli record in Europa, supportate dall'aumento dei prezzi del carbone. Una parte significativa della crescita è derivata dal passaggio dal carbone al gas nei principali mercati come Stati Uniti e Cina.
     
  • La sicurezza degli approvvigionamenti sta aumentando. Nel 2019 sono state commissionate nuove importanti rotte di gasdotti dalla Russia alla Cina e all'Europa e una nuova capacità da trasporto è stata costruita nella regione di approvvigionamento critica del bacino del Permiano negli Stati Uniti.Lo scorso anno è stato approvato un numero record di progetti di esportazione di GNL. Una volta commissionati, questi forniranno quasi 97 miliardi di metri cubi all'anno di nuova fornitura di GNL al mercato. La crescita futura dell'offerta dovrebbe essere guidata dal Medio Oriente, ma si prevede che Stati Uniti, Russia e Iran rimarranno i maggiori produttori a medio e lungo termine. La Cina ha visto l'offerta interna aumentare di un terzo negli ultimi cinque anni e potrebbe raddoppiare la sua produzione entro il 2040.
    Spinti dalla crescita dal lato dell'offerta, nuovi terminali di importazione di GNL sono in fase di costruzione in mercati come il Sud-est asiatico per garantire la fornitura di gas al settore elettrico e industriale, man mano che l'offerta nazionale diminuisce.
     

  • La sostenibilità e la politica abilitante definiranno il futuro dell'industria del gas. Le politiche per l'aria pulita hanno fornito un impulso al consumo di gas nei principali mercati come la Cina, dove il gas può sostituire il carbone. Allo stesso modo, in Europa e negli Stati Uniti, il passaggio dal carbone al gas sta portando a risultati migliori per la qualità dell'aria e le emissioni di carbonio. Lentamente e costantemente, altri paesi, come l'India, stanno seguendo l'esempio. Le politiche incentrate sull'aria pulita forniranno opportunità di crescita per l'industria del gas in questo decennio. I recenti regolamenti dell'Organizzazione marittima internazionale apriranno anche strade di crescita per il GNL da utilizzare come carburante principale nel settore marittimo. E il ruolo della generazione di energia alimentata a gas come risorsa flessibile a complemento della crescente generazione rinnovabile sta diventando più consolidato.
     
  • Le tecnologie del gas possono svolgere un ruolo importante nella transizione a basse emissioni di carbone. Poiché i paesi e le regioni perseguono una transizione a basse emissioni di carbone, tecnologie come biometano, idrogeno e gas con cattura del carbone potrebbero svolgere un ruolo importante, servendo a decarbonizzare settori dell'economia attualmente considerati "difficili da abbattere" e offrendo opportunità per crescita a lungo termine per l'industria del gas. Tuttavia, sono necessari investimenti e sostegno politico per ampliare queste soluzioni.
     
  • L'attuale livello di interesse intorno all'idrogeno rappresenta un'opportunità. L'idrogeno sta iniziando a raccogliere sostegno politico e, con investimenti sufficienti, potrebbe ridurre fino al 37% delle emissioni di gas serra legate all'energia, secondo le stime di BloombergNEF. Sebbene l'idrogeno pulito non sia ancora competitivo in termini di costi in molte applicazioni, i costi di consegna potrebbero raggiungere circa $ 2 / kg nel 2030 e $ 1 / kg nel 2050, aprendo possibilità in una varietà di applicazioni. Questi includono la produzione di acciaio e cemento, prodotti chimici, aviazione, trasporto marittimo e pesante. Affinché l'idrogeno raggiunga il suo potenziale, non solo sarà necessaria una forte azione politica per promuovere la scala, ma ci sarà anche una significativa necessità di investimenti nelle infrastrutture. Saranno necessarie reti di idrogeno su larga scala per collegare risorse di produzione e stoccaggio di alta qualità agli utenti, il che può aiutare a ridurre i costi di fornitura, aumentare la sicurezza, abilitare mercati competitivi e facilitare il commercio internazionale.
     

  • Gli investimenti in infrastrutture possono stimolare la crescita della domanda di gas e preparare il terreno per l'idrogeno. Sia l'infrastruttura del GNL che quella dei gasdotti saranno fondamentali per fornire una fornitura continua agli utenti finali. Tra il 2019 e il 1° trimestre 2020 sono stati commissionati 11 nuovi terminali di importazione di GNL, con l'India all'avanguardia. Il paese prevede quasi di raddoppiare la lunghezza dei suoi gasdotti e di aumentare di sei volte il numero di famiglie collegate alla rete del gas. Allo stesso modo, la Cina punta a far crescere la propria rete di gasdotti del 60% entro il 2025. Anche lo stoccaggio del gas svolgerà un ruolo importante nel bilanciare il mercato e ridurre la volatilità. Gli impianti di stoccaggio in Europa, inclusa l'Ucraina, si sono già dimostrati fondamentali per bilanciare il mercato globale del GNL nella prima metà del 2020. La Cina punta anche ad aumentare la capacità di stoccaggio al 10% della sua domanda.
    Con il procedere della transizione energetica, le infrastrutture di trasporto e stoccaggio del gas possono essere preparate per la miscelazione dell'idrogeno, e per il trasporto dell'idrogeno puro, a un costo molto inferiore rispetto alla costruzione di nuove reti di idrogeno appositamente costruite.
     
  • Nuovi meccanismi di mercato stanno alimentando la crescita commerciale. Il commercio globale del gas è facilitato da una combinazione di deregolamentazione del mercato, creazione di centri di scambio e crescita dei derivati finanziari. Numerosi mercati, tra cui la Cina, stanno spingendo per l'accesso di terzi alle infrastrutture di trasporto e importazione di GNL. L'India ha recentemente lanciato una borsa per il commercio del gas con tre luoghi di consegna e la Spagna punta a diventare un hub di scambio virtuale quest'anno. Con l'istituzione di nuovi hub e benchmark dei prezzi, anche la liquidità nei contratti derivati finanziari per i prezzi legati al gas è in costante aumento. Questi sforzi sosterranno la mercificazione del gas e del GNL e aiuteranno a gestire il rischio.
     

Resta difficile valutare l'impatto futuro del Covid-19 sull'economia globale, sul settore energetico e sull'industria del gas. Le valutazioni iniziali suggeriscono che la domanda di gas potrebbe diminuire del 4% nel 2020 e BloombergNEF stima che la domanda globale di GNL si ridurrà del 4,2% quest'anno, supponendo che l'epidemia sia contenuta entro l'inizio del 2021. Il settore dovrebbe riprendersi rapidamente nel 2021 e oltre, ma potrebbe essere troppo presto per valutare l'impatto completo.

  • 24,2% Quota di gas nel mix di energia primaria
  • + 2,3% Crescita della domanda di gas
  • + 3,5% Crescita produzione gas
  • + 13% Crescita nel commercio di GNL
  • -37% Variazione dei prezzi del gas nei principali hub mondiali (1)

 

1) Media di Henry Hub, TTF e Japan Korea Marker (JKM) per il 2019 rispetto al 2018.

Page Alert
ultimo aggiornamento
24 agosto 2020 - 18:02 CEST