Il metanodotto Melendugno-Brindisi
Login    

Il metanodotto Melendugno-Brindisi

Il metanodotto Melendugno-Brindisi

La condotta ha l’obiettivo di connettere il gasdotto TAP, che trasporterà in Italia il gas estratto in Azerbaijan, alla rete nazionale di trasporto.

Nel gennaio 2019 Snam ha avviato la costruzione del metanodotto Melendugno-Brindisi, che si estenderà per 55 km e attraverserà, a distanza dai centri abitati, i territori comunali di Brindisi, Torchiarolo e San Pietro Vernotico in provincia di Brindisi e Melendugno, Vernole, Castrì di Lecce, Lizzanello, Lecce e Surbo in provincia di Lecce. Tale condotta, come previsto dal Codice di Rete, ha l’obiettivo di connettere il gasdotto TAP, che trasporterà in Italia il gas estratto in Azerbaijan, alla rete nazionale di trasporto. Il nuovo metanodotto si collegherà alla rete nazionale in contrada Matagiola, a Brindisi.

I lavori sono stati divisi in tre lotti: il primo comprende i comuni di Melendugno, Vernole, Lizzanello, Castrì di Lecce e parte del comune di Lecce, in provincia di Lecce; il secondo i comuni di Lecce, Surbo e parte del comune di Torchiarolo; il terzo i comuni di Torchiarolo, San Pietro Vernotico e Brindisi.

 
Page Alert
ultimo aggiornamento
10 maggio 2019 - 12:16 CEST