La cura degli ulivi
Login    

La cura degli ulivi

La cura degli ulivi

Dopo la conclusione dei lavori, così come avviene per tutte le opere di Snam, saranno effettuate accurate azioni di ripristino ambientale per far tornare i terreni nelle loro condizioni originarie.

Riguardo al comparto agricolo, Snam ha ottenuto la verifica positiva dell’ottemperanza alla prescrizione della VIA relativa al piano di gestione.

Per il settore olivicolo, gli enti preposti, sulla base della documentazione presentata e a seguito di proposta di Snam, hanno passato in rassegna tutte le piante per verificare l’esistenza di ulivi monumentali.

Dopo questa verifica, verranno prelevati dei campioni da ogni albero per individuare le piante eventualmente affette da Xylella. A questo proposito, Snam è disponibile a considerare il reimpianto integrale di tutti gli ulivi malati presenti sul tracciato e che per legge è costretta ad abbattere, sostituendoli con alberi di varietà resistente al batterio. L'azienda è anche disponibile a considerare la sostituzione degli alberi delle zone adiacenti alle aree di lavoro. Snam, inoltre, fornirà collaborazione alle autorità locali e ai proprietari dei terreni, fatti salvi i risarcimenti loro spettanti, per accelerare i reimpianti.

Gli ulivi sani lungo il tracciato del gasdotto saranno collocati temporaneamente in aree limitrofe, opportunamente individuate e autorizzate. Queste aree saranno recintate e coperte da reti antinsetto per evitare il contagio. Le rimozioni saranno effettuate solo nel periodo ammesso che va da novembre ad aprile. Tutte le operazioni di campionamento, trattamenti fitosanitari, espianto e messa a dimora degli ulivi sani sono avvenute sotto la sorveglianza degli enti preposti.

Al termine dei lavori, le piante saranno riportate nell’esatto punto di prelievo. Snam provvederà alle cure colturali per tutto il periodo in cui saranno nelle aree di deposito temporaneo. Nell’affidamento dei lavori particolare attenzione è stata posta proprio al minore impatto possibile sugli ulivi.

Dopo la conclusione dei lavori, così come avviene per tutte le opere di Snam, saranno effettuate accurate azioni di ripristino ambientale per far tornare i terreni nelle loro condizioni originarie.

Page Alert
ultimo aggiornamento
08 maggio 2019 - 18:28 CEST